Home » Sicuro online » Crimini informatici » Cyberbullismo

Cyberbullismo

Cosa fare e come difendersi in caso di cyberbullismo

CYBERBULLISMO

 

Il cyberbullismo è una forma di bullismo che avviene tramite strumenti telematici e può manifestarsi in diversi modi: con post online imbarazzanti o crudeli, immagini digitali compromettenti, minacce online, molestie e commenti negativi, stalking attraverso e-mail, siti Web, piattaforme di social media e messaggi di testo.

Ogni fascia d’età è vulnerabile al cyberbullismo, ma adolescenti e giovani adulti sono le vittime comuni.

Il cyberbullismo è un problema crescente nelle scuole ed è diventato un problema perché Internet è anonimo, e questo attrae i bulli, in quanto la loro minaccia è difficile da rintracciare, ma sfortunatamente passaparola, minacce e foto possono essere diffuse online molto rapidamente.

Il bullismo è dannoso per gli studenti di tutte le età. Le varie forme che il bullismo può assumere – verbale, sociale, fisico e cyber – presentano sfide diverse, ma alla fine sono tutte dannose.

Aiuta a proteggere i bambini e i ragazzi dal bullismo informatico con questi suggerimenti:

 

  • Limita la posizione in cui i tuoi figli pubblicano informazioni personali: fai attenzione a chi può accedere alle informazioni di contatto o ai dettagli sugli interessi, le abitudini o il lavoro dei tuoi figli per ridurre la loro esposizione ai bulli che non conoscono.
  • Parla con un adulto fidato: se sei un bambino o un adolescente racconta al più presto ad una persona adulta fidata ciò che ti è accaduto.
  • Conserva una copia delle comunicazioni: tieni traccia di qualsiasi attività online (ad es. E-mail, pagine Web, post sui social media), comprese le date e gli orari corrispondenti. Conserva sia una versione elettronica che una copia stampata di ciascun documento.
  • Segnala l’incidente: contatta l’amministratore responsabile del sito web, molti social network e portali incoraggiano la denuncia da parte degli utenti di casi di cyberbullismo.
  • Blocca immediatamente il contatto: se ricevi messaggi indesiderati da una persona tramite email o social network blocca il contatto.
  • Evita di peggiorare la situazione: rispondere con ostilità non fa altro che provocare ulteriormente un bullo. Cerca di ignorare la provocazione: spesso i bulli accrescono il loro potere sfruttando le reazioni delle vittime. Se tu o un altro ragazzo ricevete messaggi email indesiderati tieni presente che dovresti cambiare indirizzo email, in questo modo a volte il problema si risolve. In caso in cui dovessi continuare a ricevere messaggi molesti nel nuovo account di posta elettronica sussistono le condizioni per poter fare una denuncia di cyberbullismo.
  • Segnala alle autorità competenti: se i messaggi di minaccia diventano più frequenti e più pesanti o vengono coinvolte altre persone è necessario sporgere subito denuncia alle autorità competenti (consulta il sito della Polizia Postale). Esiste una distinzione tra libertà di parola e reati punibili. Le forze dell’ordine possono aiutare a risolvere le implicazioni legali.

 

COSA FARE SE SI E’ VITTIMA DI STALKING IN RETE

 

  • Invia un avvertimento scritto: nei casi in cui il criminale dovesse essere noto, comunicagli di non desiderare ricevere messaggi di qualsiasi natura da parte sua. Fai questo una sola volta e non cercare ulteriori contatti con lo stalker (altrimenti si sentirebbe incoraggiato a proseguire nel suo comportamento).
  • Conserva una copia delle comunicazioni: mantieni una copia di qualsiasi scambio intercorso con lo stalker (email, social network etc).
  • Invia un reclamo: contatta l’Internet Service Provider affinchè possano attivare le misure necessarie a filtrare o bloccare qualunque comunicazione proveniente dallo stalker.
  • Monitora la tua presenza in rete: attiva tutte le impostazioni di sicurezza e privacy nei social network.
  • Cambia indirizzo email o ISP: prendi in considerazione la necessità di cambiare account email e ISP. In qualsiasi caso prima di cambiare account informa della tua decisione le autorità di polizia che stanno effettuando le indagini sul caso.

RISORSE AGGIUNTIVE

 

  • Facebook Help Center: cosa devi fare se sei vittima di atti di bullismo, intimidazioni o attacchi da parte di qualcuno su Facebook .

Mantieniti aggiornato con Security Campus

14 + 3 =

Spam e phishing

Gli hacker sono sempre pronti ad ideare nuove tecniche per ingannare gli utenti e portarli ad aprire allegati o a cliccare su link malevoli

Rete aziendale

Suggerimenti per rendere sicura e protetta una rete aziendale

Backup

Come creare copie di backup per proteggere i tuoi dispositivi dalla possibile perdita di dati importanti